SOCIAL-MENTE

Insieme per continuare a conoscere, un piacere per tutte l'età

 

 

 

 Social-Mente è un progetto che si pone l’obiettivo di entrare in contatto con ampie fasce di cittadini, soprattutto anziani ma anche adulti, immigrati e giovani NEET, che hanno livelli di istruzione bassi o molto bassi e che per questa ragione rischiano una condizione grave di isolamento ed esclusione con pesanti ricadute sulla qualità della vita. La sfida è di coinvolgerli in attività culturali e di socializzazione, con un’offerta varia e stimolante in grado di sollecitare interesse e partecipazione.

  

 

 

ESCI DI CASA E GUARDATI ATTORNO, scoprirai

che ci sono tante occasioni per non sentirsi soli, fare nuove

esperienze e imparare cose nuove con divertimento.

L’Auser della tua città ha promosso un progetto che si

chiama Social Mente, un’occasione per te per farti nuovi

amici e trascorrere del tempo in piacevole compagnia.

* Ti piace ballare ?

* Vuoi far ginnastica o vorresti imparare

   ad usare il computer?

* Hai desiderio di imparare l’inglese

   o un’altra lingua straniera?

* Ti piacerebbe partecipare a una gita in compagnia?

* Non hai mai avuto il tempo di dedicarti

  alla tua grande passione ?

 

 

 

 

 

 

 

 

 LO SCENARIO

L’Italia è il paese più vecchio d’Europa, con il 21,4% della popolazione che ha più di 65 anni, una percentuale che in breve tempo arriverà al 30%. Il cambiamento demografico in atto è rapido e profondo e non ci deve cogliere impreparati. L’orizzonte a cui si deve guardare è la promozione dell’invecchiamento attivo e del diritto all’apprendimento in ogni fase della vita. Fattori di inclusione sociale, di prevenzione e cura, di sviluppo della democrazia. 

IL PROGETTO

Social-Mente è un progetto che si pone l’obiettivo di entrare in contatto con ampie fasce di cittadini, soprattutto anziani ma anche adulti, immigrati e giovani NEET, che hanno livelli di istruzione bassi o molto bassi e che per questa ragione rischiano una condizione grave di isolamento ed esclusione con pesanti ricadute sulla qualità della vita. La sfida è di coinvolgerli in attività culturali e di socializzazione, con un’offerta varia e stimolante in grado di sollecitare interesse e partecipazione. 

I PROMOTORI

Il progetto è promosso dalla Federazione Nazionale delle Associazioni Auser di Volontariato e finanziato dalla Fondazione con il Sud. La durata è di 18 mesi, sono coinvolte le regioni del Sud: Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. 

LE RETI TERRITORIALI

Il progetto permetterà di sviluppare accordi di collaborazione tra la rete Auser e le istituzioni locali del sistema scolastico, nell’ottica della costruzione dei servizi e delle reti territoriali per l’apprendimento permanente. Tali accordi possono coinvolgere anche altri enti del territorio, pubblici e privati, per innovare ed ampliare l’offerta culturale.

Hanno dato la loro disponibilità a partecipare al progetto: CPIA di Napoli città 1; CPIA di Napoli città 2; CPIA di Matera; CPIA di Potenza; CPIA di Cosenza; CPIA di Crotone; CPIA di Lecce; CPIA di Taranto; Istituto Comprensivo Statale “G.Mazzini” di Meledugno; Istituto d’Istruzione secondaria superiore “Archimede” di Taranto; Istituto Comprensivo di Alessano (LE); Comune di Specchia (LE); CPIA di Caltanisetta; CPIA di Messina.