Auser territoriale di Firenze si presenta

 

Raccolti in una pubblicazione sono i dati che dimostrano una ricchezza veramente encomiabile del nostro operare; i territori e le persone coinvolte, i progetti che stiamo realizzando grazie al contributo dei nostri volontari. Numeri che  testimoniano  di una associazione particolarmente attiva,  consapevole dei cambiamenti intervenuti nella struttura sociale e demografica del Paese  che cerca di dare risposte concrete alle tante domande ed hai  bisogni che salgono dalla società e dalle persone più fragili.

Ma veniamo ai numeri: 5.635 soci e ­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­1.495   volontari che  garantiscono  annualmente 275.660 ore di attività, assicurando  tutti i giorni un insieme di servizi sociali significativi e diffusi,  appuntamenti culturali e  servizi  utili alla collettività.  Dati che caratterizzano la nostra associazione come una delle più significative del “Terzo Settore” presenti  nel welfare di questa Area e che realizza un  impegno imprescindibile a base delle fasce più deboli e meno protette della popolazione, a partire da portatori di disabilità e agli anziani. Tutto ciò si traduce economicamente  in un contributo  complessivo,  per la  nostra collettività  che viene  stimato in 3.307.920  euro all’anno. 

Le molteplici attività e i progetti realizzati riguardano la salute, il  benessere, ma anche i temi della formazione e apprendimento permanente,  l’inclusione di immigrati.  Insomma un insieme  di azioni  e progetti che puntano a realizzare  prevenzione e coesione sociale, sviluppo di relazioni intergenerazionali e di invecchiamento attivo, tenute insieme dal filo rosso della solidarietà, che per Auser  rappresenta un valore centrale e universale. Tutto ciò nella consapevolezza che i diritti di cittadinanza debbono essere garantiti prevalentemente dalle istituzioni pubbliche e che,  nel  quadro della massima trasparenza e cooperazione  prevista  dalla recente legge sul terzo settore,  la funzione del volontariato si distingua sempre di più  come integrativa, complementare e non sostitutiva di quella pubblica.

Con questo orientamento e visione cerchiamo di operare nel presente per costruire il futuro, con un’idea di società che trasforma in diritti, i tanti bisogni e i disagi delle persone.  Quindi una società più equa, solidale e partecipata. Un valore aggiunto finalizzato al rafforzamento dei fondamentali di ritti del vivere civile: solidarietà e rimozione di tutti gli ostacoli che, come dice la nostra Costituzione, “limitano di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini e  impediscono il pieno sviluppo della persona umana”.

Nota:

La pubblicazione con tutti i dati può essere richiesta

alle sedi AUSER del nostro territorio